Antifurto per tapparelle: sensori con cordino, a scorrimento e ad asta


4.7/5 - (6 votes)

La sicurezza di un’abitazione passa anche dalla protezione dei possibili punti di accesso ad un edificio. Spesso ci sono alcune aree dell’immobile che possono essere considerate dei veri e propri punti deboli, che potrebbero favorire l’accesso a malintenzionati che vogliono compiere un furto. Anche le tapparelle dovrebbero, proprio per questo motivo, essere protette adeguatamente. Esistono degli appositi accessori che possono rappresentare un’ottima soluzione per proteggere queste aree della casa, che potrebbero essere molto delicate. Ma non parliamo soltanto strettamente di un antifurto per tapparelle, considerando che esistono sensori di protezione e di sicurezza anche per la protezione delle serrande, degli avvolgibili o delle saracinesche.

Cos’è un antifurto per tapparelle

Un antifurto per tapparelle è formato da alcuni sensori che sono studiati in modo preciso per rilevare eventuali movimenti delle tapparelle stesse. Grazie a questi sensori che vengono installati tenendo conto di diverse modalità, è possibile essere a conoscenza di eventuali movimenti verso il basso o verso l’alto delle tapparelle.

Questi sensori sono molto utili anche per la rilevazione di strappi o di tagli. Inoltre possono essere collegati in modo semplice ad altri prodotti che servono per la protezione dal punto di vista del perimetro dell’edificio.

I vari sensori: con cordino, a scorrimento e ad asta

Esistono diversi tipi di sensori antifurto per tapparelle. Andiamoli ad analizzare nel dettaglio. Partiamo dalla tipologia di sensori con cordino. Questi ultimi devono essere installati nel cassonetto della tapparella e hanno una funzione molto specifica, agendo attraverso un cordino che viene collegato alla tapparella stessa.

Poi c’è il sensore a scorrimento, che viene posizionato nella parte laterale dell’infisso e si installa rapidamente senza difficoltà. Questo sensore è in grado di non occupare molto spazio ed è formato da un sistema di funzionamento a braccetto con una rotella. Quest’ultima fa scattare l’allarme se qualcuno prova ad alzare o ad abbassare la tapparella.

Infine esiste anche il sensore ad asta, che si sistema dentro il cassonetto. L’asta del sensore viene appoggiata all’avvolgimento. In questo modo, nel momento in cui si cerca di sollevare il tutto, l’asta del sensore effettua un movimento, che fa scattare l’allarme. Questo è un sensore che può essere utilizzato tranquillamente anche per le saracinesche.

Per quanto riguarda il funzionamento di questi antifurto per tapparelle, sono disponibili prodotti con fili, che si collegano alla centralina via cavo, e prodotti senza fili, che funzionano con le batterie.

Leave a Reply